29 Jul 2019

Blog

29 Lug 2019

Forse è capitato anche a te di trovarti in un negozio e domandarti: a cosa serve esattamente quello strumento a forma di pistola che usa il commesso? Ti sei mai chiesto come mai l'uso di tablet e smartphone è sempre più diffuso nei punti vendita, mentre finora era un'esclusiva di Apple? Già da qualche anno l'applicazione dei wearable nel retail sta vivendo una trasformazione. Come mai? Scopri con noi perché questi strumenti sono così utili sia per il cliente che per i dipendenti. Prima di tutto: sei sicuro di sapere cosa sono i wearable?

 

1) Wearable: i gadget da indossare

La parola wearable è un anglicismo che indica un oggetto "che può essere indossato" ma, in questo contesto, si riferisce a un dispositivo tecnologico in evoluzione, sempre più simile a un'estensione naturale del corpo, una vera e propria protesi. Dagli orologi agli occhiali intelligenti, dal tablet agli apparecchi acustici, i wearable si stanno dimostrando molto utili negli ambiti più svariati.

 

2) La diffusione dell'e-commerce e la sua popolarità

L'utilizzo sempre più frequente di questo tipo di tecnologie è dovuto, principalmente, all'aumento della popolarità del commercio online. Si tratta di un concetto che ribadiamo già da qualche mese: la omnicanalità non è né una tendenza né una moda, bensì una realtà. Tra il commercio online e il punto vendita la connessione deve essere totale, soprattutto in un momento delicato come l'attuale, in cui i modelli di comportamento degli acquirenti e del customer journey sono così mutevoli.

Per stabilire questa connessione, le aziende creano nuove strategie al fine di attirare il cliente, stabilire un rapporto e mantenerlo nel tempo. Tuttavia, ciò è possibile solo grazie a misurazioni continue e costanti dei dati. In questo senso, i wearable e i gadget tecnologici possono essere di grande aiuto. Dotare i Sales Assistant e gli Store Manager di un controllo assoluto su ciò che accade sia all'interno del punto vendita che all'esterno (e-commerce) consente di offrire al cliente un'esperienza soddisfacente e indimenticabile.

 

3)Alcune funzioni dei wearable nei punti vendita

  • Notifiche relative alle mansioni e alle attività del dipendente. Ad esempio, se manca un'ora alla chiusura del negozio, il Sales Assistant riceve una notifica per ricordargli che è giunto il momento di preparare il negozio per la chiusura.

 

  • Disponibilità di informazioni in tempo reale sul prodotto, le taglie, i colori, i materiali e la descrizione dell'articolo.

 

  • Controllo totale dello stock: in qualsiasi momento è possibile consultare la quantità di prodotti esistenti in negozio, negli altri punti vendita e sull'e-commerce. In magazzino, l'utilità dei wearable consiste nel facilitare l'ubicazione di qualsiasi prodotto. Se l'articolo non è disponibile, il dispositivo offre la possibilità di prenotarlo o di riceverlo da un altro negozio o e-commerce.

 

  • Programmi di fidelizzazione che forniscono informazioni sui clienti. Ad esempio, è possibile consultare gli acquisti effettuati in passato, oppure realizzare una copia digitale della ricevuta o degli eventuali sconti o promozioni. E poi, consente all'impresa di comprendere meglio il singolo cliente, identificando i suoi dati anagrafici e psicografici.

 

  • Comunicazione tra dipendenti: un ulteriore elemento chiave soprattutto nei negozi di grandi dimensioni, in quanto consente ai componenti del gruppo di rimanere in contatto senza necessità di spostarsi.

 

  • Comunicazione online con i clienti attraverso le chat rapide, che offrono la possibilità rispondere alle loro domande.

 

  • Tutela dei dipendenti in situazioni che rappresentano una minaccia. I wearable consentono ai dipendenti di richiedere assistenza in caso di furto. Quindi, semplicemente premendo un tasto del dispositivo, potranno avvisare anche gli altri colleghi.

 

4) Clienti sempre più soddisfatti

I wearable hanno permesso di ridurre i tempi di attesa. Fino a poco tempo fa, quando un cliente cercava un articolo obbligava il venditore a muoversi all'interno del negozio, a ubicare il prodotto, a fornire una risposta... Queste azioni richiedevano tempo, e poteva anche capitare che fosse completamente inutile: a volte il cliente lasciava il negozio ancora insoddisfatto. Non è solo l'impossibilità di acquistare il prodotto a generare insoddisfazione, ma anche la mancanza di informazione a riguardo. Attualmente i clienti sono più informati sul prodotto e, di conseguenza, sono più esigenti. Offrire risposte e alternative valide è fondamentale! I wearable consentono un controllo totale sul prodotto, e ciò permette di agilizzare il rapporto con la clientela.

 

Inoltre, le attività di reso e rimborso con copia digitale della ricevuta snelliscono il processo. Il supporto digitale trasmette al cliente un'immagine positiva del marchio, basata sull'efficienza, l'assistenza e il rispetto per l'ambiente.

A cosa porterà la trasformazione digitale in corso? L'aspettativa cresce, e siamo impazienti di assistere all'impatto che avrà in tutti i settori professionali. I wearable sono in continua evoluzione, e noi continueremo a seguire con molto interesse lo sviluppo delle nuove funzioni da applicare al settore del retail. Molte persone parlano già di una Retail Apocalypse, ma una solida implementazione dell'omnicanalità ci permette di continuare a puntare sul retail.

Indietro